martedì, maggio 22, 2018

Reggio perBene, foto e video del primo seminario sui beni confiscati

1 aprile 2016

IMG_8743

da Calabria Post. Parte il progetto Reggio perBENE, un ciclo di incontri e laboratori con gli studenti promosso dall’Arci provinciale di Reggio Calabria in collaborazione con la Camera di Commercio di Reggio Calabria e l’ITI Panella Vallauri, nell’ambito delle iniziative della Rete per la legalita’ lanciata dall’Ente camerale. (guarda il video). Durante tutto il mese di aprile, i ragazzi degli indirizzi “meccanica e meccatronica” e “grafica e comunicazione” saranno coinvolti direttamente nelle attività di riuso e riqualificazione dell’ex Bowling di via Cuzzocrea. Un luogo che ha rappresentato per anni un modello culturale negativo, alimentando la dispersione scolastica e le ludopatie, diventa così un’occasione di educazione e di impegno sociale. Questa mattina il primo appuntamento con gli studenti dedicato al tema dei beni confiscati messo in relazione al tema dell’imprenditorialità etica. A relazionare anche l’imprenditore no racket Tiberio Bentivoglio, un esempio luminoso di come si possa avviare un’azienda pulita in un bene confiscato. “Reggio è una città che non dà lavoro ai giovani – dichiara Davide Grilletto, presidente dell’Arci provinciale di Reggio Calabria – in cui l’economia è nelle mani della ‘ndrangheta. Da queste negatività possiamo e dobbiamo cogliere una positiva e concreta opportunità: quella dei beni confiscati. Imparare a costruire impresa in chiave etica e a saper comunicare in maniera efficace i risultati dell’antimafia sociale, creare lavoro sfruttando gli immobili tolti alle cosche, è questa una strada che porta lontano, e che vogliamo provare a percorrere fino in fondo”.

Ti piace questo articolo? Condividilo!